"Se ascolto soltanto, dimentico. Se leggo, posso ricordare qualcosa. Solamente se faccio, imparo."

Ho sempre voluto promuovere il più possibile quello che si può fare sulle nostre montagne... innanzitutto, con la voglia di trasmettere questa "grande passione". Spero che anche questo sito web riesca a far parlare di montagna" e a far capire quante attività si possono praticare... "ancora" immersi, nella natura che essa ci offre.

 



Trekking

PDFStampaE-mail

Trekking letteralmente significa "camminare lungo le orme lasciate dai carri trainati dai buoi". E' una parola che deriva dal Boero, la lingua degli antichi coloni olandesi in Sudafrica. Oggi trekking significa "camminare" su sentieri di varie difficoltà, in mezzo alla natura, facendo tappe in rifugi, bivacchi o in tenda. In compagnia di una Guida Alpina alla scoperta della montagna.

Percorrere sentieri immersi nel silenzio dei boschi, poi salire per pascoli, pendii prativi e pietraie per raggiungere un colle, un rifugio o una facile vetta, è una proposta della vostra Guida Alpina, che organizza escursioni collettive adatte a chiunque ami camminare lungo i percorsi montani a contatto con la natura visitando i luoghi più affascinanti.

A chi vuole dedicare alle escursioni un periodo più lungo, la Guida suggerisce trekking di più giorni che seguono percorsi senza difficoltà alpinistiche che si inanellano attorno ai grandiosi massicci montuosi o, come le Alte Vie, si snodano attraverso colli, crinali e valloni lungo le Alpi.

 

Escursionismo

L'escursionismo è probabilmente un'attività vecchia quanto l'uomo. Sino dai tempi più remoti, quando l'uomo si spostava alla ricerca di territori più favorevoli per la caccia o l'agricoltura, possiamo affermare che svolgeva una sorta di escursionismo.. Oggi cerchiamo, come allora, nuovi spazi per la nostra vita interiore, per rilassare la nostra mente dallo stress delle grandi metropoli.

Non occorre nulla di particolare per dedicarsi a questa attività. Si possono percorrerei semplicemente i sentieri nei boschi, sulle creste delle colline, gli antichi sentieri che mettevano in comunicazione i vari paesi. Solo cosi si entra in contatto con un mondo che ci è per qualche motivo ancora sconosciuto. Fermandosi ogni tanto ad osservare tutti quei particolari che sono caratteristici di certi percorsi e di certi paesaggi, si può capire ed immaginare la vita che conducevano gli abitanti delle zone percorse anni addietro.

Sostando in silenzio nei boschi o nelle radure si possono fare piacevoli incontri: non è raro veder saltare qualche scoiattolo in mezzo ai rami, o veder pascolare daini e cinghiali. In montagna le marmotte fuoriescono dalle loro tane e riprendono le loro attività; a volte stambecchi e camosci osservano il nostro passaggio dall'alto di impressionati dirupi. In molte zone, ad esempio quella del Lago di Garda, è possibile osservare particolari specie floreali che non si sviluppano altrove, chiamate "endemismi". Alzando lo sguardo verso il cielo non è raro poi, vedere il volteggiare maestoso dei rapaci: il falco in collina, l'aquila e la poiana in montagna.

Lungo tutto l'arco alpino si snodano itinerari più o meno lunghi di diverso impegno che portano a conoscere valli e culture sconosciute a molti.

Foto gallery