"Se ascolto soltanto, dimentico. Se leggo, posso ricordare qualcosa. Solamente se faccio, imparo."

Ho sempre voluto promuovere il più possibile quello che si può fare sulle nostre montagne... innanzitutto, con la voglia di trasmettere questa "grande passione". Spero che anche questo sito web riesca a far parlare di montagna" e a far capire quante attività si possono praticare... "ancora" immersi, nella natura che essa ci offre.

 



Haute Route

PDFStampaE-mail

Traversata della Vallèe Blanche - Monte Bianco

Meravigliosa, fantastica, unica, straordinaria : aggettivi che tutti pronunciano quando percorrono questa discesa su ghiacciaio. E’ una delle otto meraviglie al mondo a giusto titolo. Lungo questo percorso che si snoda dai 3.452 m di Punta Helbronner (o dai 3.824 m dell’Aiguille du Midi) per una durata di 3 - 4 ore, gli sciatori, dai 10 a 70 anni, scopriranno sia il mondo fantastico dell’alta montagna costituito da ghiacciai perenni e torri e guglie fra le più alte d’Europa, sia l’alpinismo fatto anche da semplici sciate lungo ampi ghiacciai, alla ricerca d’emozioni che oggi pensavate impossibili da provare.

Non vi è ghiacciaio così facile, così lungo e circondato dalle montagne più alte d’Europa, che possa essere percorso anche da sciatori di medio livello. La Guida Alpina accompagnerà in questa discesa aiutando nei passaggi più delicati e facendo scoprire i luoghi di questo universo di ghiaccio e le guglie di granito che lo circondano, con le loro vie, salite dai più grandi alpinisti di tutti i tempi sulla montagna più alta d'Europa.

Percorso: paragonabile a una pista rossa, parte dai 3452 m. di Punta Helbronner (o dai 3.824 m dell’Aiguille du Midi) e arriva ai 1034 m di Chamonix, 24 km di discesa di cui 18 su ghiacciaio.

Durata: una giornata.

Livello richiesto: 3°-4° livello scuola di sci.

Equipaggiamento: Normale dotazione sciistica, Documento per l’espatrio, pranzo al sacco, è consigliato uno zaino che possa eventualmente contenere i propri scarponi nel caso la neve non permetta di arrivare in paese con gli sci, e quindi delle scarpe da ginnastica o trekking. Consigliati: imbragatura, piccozza, ramponi, zaino, occhiali da sole, crema solare protettiva, giacca a vento, berretto, cappello per il sole. Eventuale materiale mancante sarà fornito dalla Guida. Percorsi alternativi: Courmayeur - discesa del "Toula".

 

Heli Skiing

E' una moderna interpretazione dello sci che consente agli sciatori di inanellare serpentine su terreni di alta montagna, fuori dal "bailamme" delle stazioni sciistiche. Grazie all'elicottero potrete raggiungere luoghi altrimenti faticosamente accessibili per poi gustarvi lunghe ed emozionanti discese. Si realizzerà, nell'arco di una giornata, un numero notevole di superbe discese, sfruttando il soleggiamento dei diversi pendii ed assaporando a fondo la gioia dello sciare in neve fresca. Le Guide Alpine sono d'obbligo per praticare l'heli-skiing, che viene proposto in alcune Valli Valdostane, in alcune valli Lombarde e Trentine.

Durata: una giornata.

Livello Richiesto: 3°-4° livello scuola di sci.

Equipaggiamento: normale dotazione sciistica. Pranzo al sacco - consigliato uno zaino che possa contenere i propri ricambi e oggetti personali.

Eventuale materiale alpinistico sarà fornito dalla Guida Alpina.

 

Fuoripista

Giù con la neve fresca fino alle ginocchia, nei boschi, canaloni e quant'altro offrono le nostre montagne. Senza alcuna fatica, perché ci si avvale degli impianti di risalita. L’occasione per provare lo sci fuoripista con una Guida Alpina, e per affinare la propria tecnica di discesa. Cominceremo a sciare in neve fresca imparando le tecniche di discesa in situazioni diverse. Approfondiremo inoltre le tecniche di autosoccorso in valanga con l’ARVA. Una proposta per scoprire il fascino della montagna invernale, le sue insidie e come riconoscerle, ma soprattutto l’emozione di sciare in neve vergine vicino alle piste battute.

A volte il fuoripista è l’occasione per avvicinarsi alla pratica dello scialpinismo, oppure il desiderio di godere la discesa in neve fresca senza l’impegno della salita con le pelli. Scopriamo insieme le discese più belle di alcune famose stazioni sciistiche.

Durata: una giornata. Livello Richiesto: 3°-4° livello scuola di sci (sterzate a sci paralleli). Equipaggiamento: da pista. Esempi di alcune discese: 1- Piemonte / Alagna Valsesia   - discesa da Punta Indren 2- Lombardia / Passo del Tonale - discesa del Pisgana 3- Trentino / Dolomiti - discese varie: Marmolada, Sella, Pordoi ecc.

 

Haute Route

Attraversare le Dolomiti o le splendide montagne del gruppo del M. Rosa, formando anelli che collegano vallate diverse... anche di più giorni, con cene e notti in rifugio. L’avvicinamento alla massima espressione dello sci fuoripista. A volte invece saliremo con le pelli di foca per al massimo un'ora e potremo accedere a discese in neve fresca di 600 - 2000 m.

Livello richiesto: livello argento scuola di sci (sterzate a sci paralleli).

Equipaggiamento: attrezzatura da sci (meglio però con gli sci larghi), in più avremo Arva e zaino con gli indumenti di ricambio. Tutto il materiale necessario può essere noleggiato.

 

Sci safari

Questa bellissima disciplina, già molto famosa, comincia a riscuotere l’interesse che merita. Per spiegarvi di cosa si tratta, potremmo fare un paragone con l’Haute Route, anche se chi si deciderà per lo sci safari non dormirà in rifugio, ma in comode pensioncine. Le risalite si faranno soprattutto sfruttando gli impianti. Lo sci safari permette di collegare stazioni sciistiche e vallate (a volte, camminando un pochino - 10-20 minuti).  L'equipaggiamento è quello normale da pista (meglio però con gli sci larghi), in più avremo Arva e sacco da montagna con gli indumenti di ricambio. Sugli sci da pista è possibile applicare degli attacchi speciali per effettuare le brevi risalite con le pelli di foca. Tutto il materiale necessario può essere noleggiato.

Foto gallery