"Se ascolto soltanto, dimentico. Se leggo, posso ricordare qualcosa. Solamente se faccio, imparo."

Ho sempre voluto promuovere il più possibile quello che si può fare sulle nostre montagne... innanzitutto, con la voglia di trasmettere questa "grande passione". Spero che anche questo sito web riesca a far parlare di montagna" e a far capire quante attività si possono praticare... "ancora" immersi, nella natura che essa ci offre.

 



Castore

PDFStampaE-mail

Per uno scialpinista a cui piace misurarsi con se stesso, qualcuno che ama fare ogni tanto, del sano agonismo, sentire la parola Mezzalama significa sentir parlare della gara per eccellenza, della fatica agonistica "estrema", della tecnica scialpinistica portata ai massimi livelli... insomma Mezzalama vuol dire questo e altro.

Una proposta per chiunque vuole provare a terminare questa gara; uno stage per arrivare alla data "fatidica" sicuro di portare al termine la competizione.


Gressoney: poco dopo l'arrivo.

Cinque uscite durante l'inverno per arrivare alla gara al massimo della preparazione.

I "trucchi tecnici" per poter sciare con disinvoltura anche legati, per fare i cambi pelli nel minor tempo possibile, per essere vestiti nel modo migliore durante la gara e tante altre cose.

Assieme studieremo un programma di allenamento dettagliato per arrivare alle nostre uscite sempre più in forma, sempre più convinti che la gara non sarà solo un miraggio, ma una realtà.

Partecipanti: Minimo tre persone con discrete capacità scialpinistiche (BSA).


"Sulle tracce del Trofeo Mezzalama":

Anche a chi non se la sente di effettuare la competizione propongo un uscita di due giorni per percorrere il tracciato della gara. Sarà approfondita la tecnica dello sci in neve fresca e in salita.


Primo Giorno:

trasferimento a Cervinia (si risalirà il tratto fino a Plateau Rosa con gli impianti di risalita), Colle del Breithorn, ghiacciaio di Verra, Castore 4278 m (parete Ovest), discesa alla capanna Quintino Sella (pernottamento).


Sulla cresta del Castore (il punto più alto 4278 m).


Secondo Giorno:

salita al Naso del Lyscamm, discesa al Rif. Mantova e proseguimanto verso Gressoney - La – Trinité.


I percorsi qui descritti sono scelti fra i più interessanti e famosi ma si svolgono talvolta su ghiacciaio o su sentieri attrezzati. Essi comportano pertanto l'accompagnamento di una Guida alpina oppure una buona esperienza alpinistica nonché la perfetta conoscenza delle manovre di corda da effettuarsi su ghiacciaio (modo corretto di legarsi in cordata e manovre di recupero da crepaccio) e l'uso dell'attrezzatura necessaria sulle vie ferrate. La Guida alpina, oltre a garantire la sicurezza dei partecipanti, svolge anche una funzione d'insegnamento delle tecniche e dei comportamenti volti ad affrontare i pericoli che la montagna può talvolta presentare.

Per la salita estiva a piedi si consigliano i mesi di luglio agosto.

Foto gallery